Associazione ARS ET LABOR

ARS ET LABOR organizza attività didattica (da corsi di base a masterclass), attività concertistica e di ricerca attraverso diversi progetti, orientate secondo i criteri della fenomenologia in correlazione con la musica, come delineata da Sergiu Celibidache, il grande direttore d'orchestra romeno.

Dona e vinci

Associazione ARS ET LABOR

  • Mensile

  • Singola


€5

al mese

€15

al mese

€25

al mese

€ Altro importo

Parteciperai alle estrazioni ogni mese

Il 100% della tua donazione sosterrà l’organizzazione

Parteciperai automaticamente a tutte le estrazioni mensili

Vedi date

Vinci e scegli il tuo premio

Vedi premi

Disdici quando vuoi

Leggi regolamento

Vuoi fare un regalo unico?

Nel 2009 viene dato l’avvio all’ambizioso Progetto Alessandro Scarlatti con l’intento di rielaborare su basi fenomenologicamente appurate sia criteri di realizzazione, al di fuori di una “prassi barocca”, sia criteri per una futura edizione critica dell’immensa produzione del genio italiano.

 

La musica di Alessandro Scarlatti, il sommo compositore italiano è uno dei più splendidi tesori del patrimonio culturale universale. Possiamo però paragonare la sua condizione a quella di una città sepolta, come poteva essere Pompei, della quale si è scoperto un ingresso e poco altro: abbiamo intravisto una meraviglia, ma in modo molto parziale. Fuor di metafora, lo stato delle cose è che questi capolavori giacciono per la gran parte in forma di manoscritto in biblioteche ed archivi di tutto il mondo, a volte nemmeno catalogati. Accedervi è spesso un’operazione molto complicata; inoltre essi non possono essere direttamente utilizzati per l’esecuzione.

 

Portare alla luce le fonti è un primo passo, indispensabile ma, se fine a se stesso, di poco valore. Noi dobbiamo riportare in vita questi capolavori.

 

Il metodo fenomenologico, che ci permette di indagare i rapporti immutabili che il compositore ha fissato nella partitura, offre una preziosa via di accesso. Il lavoro necessario è lungo e serio: la musica di Scarlatti si distingue per la rigorosa scrittura contrappuntistica, per l’arditezza armonica e per un virtuosismo sostanziale e non esteriore.

 

Per questo, a partire dal 2009, ARS ET LABOR ha avviato, sotto la direzione artistica di Christa Bützberger, il Progetto Alessandro Scarlatti, un progetto di studio e ricerca a lungo termine intorno all’opera del compositore che si rivolge a musicisti, pubblico e mondo scientifico.

 

Tra il 2009 e il 2017 sono stati trascritti numerosi manoscritti e realizzati una serie di capolavori, sempre coinvolgendo giovani e giovanissimi musicisti, con lunghi periodi di preparazione, cosa che ha reso possibile una profonda conoscenza dello stile del compositore. Per i musicisti coinvolti è stata un’esperienza fondamentale della loro formazione. I risultati artistici sono stati apprezzati dal pubblico e dalla critica.

(https://www.arsetlabor.eu/progetto-scarlatti)

 

Con l'orizzonte temporale del 2025 - tricentenario della morte di Alessandro Scarlatti - l'Associazione ARS ET LABOR avvia un progetto di formazione di strumentisti e cantanti - Progetto Scarlatti - Accademia - per recuperare lo stile veridico e unico del sommo compositore. Più di un decennio di ricerche e una ventina di produzioni già realizzate hanno convinto gli ideatori del presente progetto della necessità e dell'importanza che una tale Accademia può rappresentare per i giovani musicisti oggi.
Il mondo dell'Arcadia, del quale Alessandro Scarlatti fece parte, propone un modello di
rapporto tra uomo e natura di grande attualità soprattutto per i giovani. L'unione tra parola e musica, esemplare nella produzione scarlattiana, permette un accesso ad un glorioso passato specificamente italiano che aiuta a costruire un futuro su base cognitivo-emotiva.

 

Sono previste per i prossimi anni le seguenti realizzazioni musicali in varie città dell’Umbria con repliche in altre città italiane:

  • 2 oratori: «Il primo Omicidio» e la «Santa Teodosia»

  • la «Passio D.N. Jesu Christi secundum Joannem»

  • la cantata di Natale «Abramo il tuo sembiante»

  • l’opera «Il Pompeo» in forma di masterclass - opera studio

 

«ALESSANDRO SCARLATTI 1725-2025»

 

Tutte queste produzioni saranno utilizzate per realizzare una serie di eventi durante l’anno 2025, anniversario della morte del sommo compositore.

Pasqua «Passio D.N. Jesu Christi secundum Joannem»
2 maggio - 12 maggio Festival Alessandro Scarlatti

• Oratorio «Il primo Omicidio»
• Oratorio «Santa Teodosia»
• Opera «Il Pompeo»
• una serata dedicata a delle cantate

Settembre Convegno internazionale
Natale «Abramo il tuo sembiante» e Cantate di Natale

 

Per rendere possibile questo progetto potete sostenerci con una donazione: c'è bisogno di molte risorse per sostenere il lavoro artistico, formativo, di redazione delle partiture, organizzativo, logistico.

 

Il progetto di formazione per l'anno 2023 è in parte sostenuto dalla Fondazione Cassa di Risparmio di Perugia. Alcune iniziative si svolgono in collaborazione con la Fondazione Ranieri di Sorbello e dell'Università per Stranieri di Perugia. L'attività dell'Associazione è patrocinata dal Comune di Perugia.

Nel 2009 viene dato l’avvio all’ambizioso Progetto Alessandro Scarlatti con l’intento di rielaborare su basi fenomenologicamente appurate sia criteri di realizzazione, al di fuori di una “prassi barocca”, sia criteri per una futura edizione critica dell’immensa produzione del genio italiano.

 

La musica di Alessandro Scarlatti, il sommo compositore italiano è uno dei più splendidi tesori del patrimonio culturale universale. Possiamo però paragonare la sua condizione a quella di una città sepolta, come poteva essere Pompei, della quale si è scoperto un ingresso e poco altro: abbiamo intravisto una meraviglia, ma in modo molto parziale. Fuor di metafora, lo stato delle cose è che questi capolavori giacciono per la gran parte in forma di manoscritto in biblioteche ed archivi di tutto il mondo, a volte nemmeno catalogati. Accedervi è spesso un’operazione molto complicata; inoltre essi non possono essere direttamente utilizzati per l’esecuzione.

 

Portare alla luce le fonti è un primo passo, indispensabile ma, se fine a se stesso, di poco valore. Noi dobbiamo riportare in vita questi capolavori.

 

Il metodo fenomenologico, che ci permette di indagare i rapporti immutabili che il compositore ha fissato nella partitura, offre una preziosa via di accesso. Il lavoro necessario è lungo e serio: la musica di Scarlatti si distingue per la rigorosa scrittura contrappuntistica, per l’arditezza armonica e per un virtuosismo sostanziale e non esteriore.

 

Per questo, a partire dal 2009, ARS ET LABOR ha avviato, sotto la direzione artistica di Christa Bützberger, il Progetto Alessandro Scarlatti, un progetto di studio e ricerca a lungo termine intorno all’opera del compositore che si rivolge a musicisti, pubblico e mondo scientifico.

 

Tra il 2009 e il 2017 sono stati trascritti numerosi manoscritti e realizzati una serie di capolavori, sempre coinvolgendo giovani e giovanissimi musicisti, con lunghi periodi di preparazione, cosa che ha reso possibile una profonda conoscenza dello stile del compositore. Per i musicisti coinvolti è stata un’esperienza fondamentale della loro formazione. I risultati artistici sono stati apprezzati dal pubblico e dalla critica.

(https://www.arsetlabor.eu/progetto-scarlatti)

 

Con l'orizzonte temporale del 2025 - tricentenario della morte di Alessandro Scarlatti - l'Associazione ARS ET LABOR avvia un progetto di formazione di strumentisti e cantanti - Progetto Scarlatti - Accademia - per recuperare lo stile veridico e unico del sommo compositore. Più di un decennio di ricerche e una ventina di produzioni già realizzate hanno convinto gli ideatori del presente progetto della necessità e dell'importanza che una tale Accademia può rappresentare per i giovani musicisti oggi.
Il mondo dell'Arcadia, del quale Alessandro Scarlatti fece parte, propone un modello di
rapporto tra uomo e natura di grande attualità soprattutto per i giovani. L'unione tra parola e musica, esemplare nella produzione scarlattiana, permette un accesso ad un glorioso passato specificamente italiano che aiuta a costruire un futuro su base cognitivo-emotiva.

 

Sono previste per i prossimi anni le seguenti realizzazioni musicali in varie città dell’Umbria con repliche in altre città italiane:

  • 2 oratori: «Il primo Omicidio» e la «Santa Teodosia»

  • la «Passio D.N. Jesu Christi secundum Joannem»

  • la cantata di Natale «Abramo il tuo sembiante»

  • l’opera «Il Pompeo» in forma di masterclass - opera studio

 

«ALESSANDRO SCARLATTI 1725-2025»

 

Tutte queste produzioni saranno utilizzate per realizzare una serie di eventi durante l’anno 2025, anniversario della morte del sommo compositore.

Pasqua «Passio D.N. Jesu Christi secundum Joannem»
2 maggio - 12 maggio Festival Alessandro Scarlatti

• Oratorio «Il primo Omicidio»
• Oratorio «Santa Teodosia»
• Opera «Il Pompeo»
• una serata dedicata a delle cantate

Settembre Convegno internazionale
Natale «Abramo il tuo sembiante» e Cantate di Natale

 

Per rendere possibile questo progetto potete sostenerci con una donazione: c'è bisogno di molte risorse per sostenere il lavoro artistico, formativo, di redazione delle partiture, organizzativo, logistico.

 

Il progetto di formazione per l'anno 2023 è in parte sostenuto dalla Fondazione Cassa di Risparmio di Perugia. Alcune iniziative si svolgono in collaborazione con la Fondazione Ranieri di Sorbello e dell'Università per Stranieri di Perugia. L'attività dell'Associazione è patrocinata dal Comune di Perugia.

Dona
un piccolo contributo

Scegli tu la cifra


Il 100% della tua donazione sosterrà i progetti della tua organizzazione preferita

al netto dei costi di gestione dei pagamenti (2.9% + 0.35 euro su ogni donazione)

Partecipa
a tutte
le estrazioni

Puoi vincere ogni mese

Aggiungiamo sempre nuove date

Hai vinto?
Scegli
il tuo premio

Scoprili tutti

Rispondiamo alle tue domande

Cos’è Wishraiser?

Wishraiser è un nuovo modo di donare: semplice, intuitivo e smart. Ti basta un piccolo contributo per sostenere un’organizzazione non profit e avere la possibilità di vincere un premio a scelta ogni mese. Se vinci, il premio lo scegli proprio tu.

Posso disdire la mia donazione in qualsiasi momento?

Certo, puoi farlo in qualsiasi momento. Parteciperai comunque all’estrazione del mese in corso.


© 2024 Wishraiser S.r.l. All rights reserved

Donatori

Home



Policy

Preferenze


Via Stefanardo da Vimercate, 28 - 20128 Milano (MI), Italy P.Iva: 11064630962